Un po' per gioco e un po' per passione, andiamo avanti dal 2006 riflettendo sul bombardamento mediatico, segnalando iniziative cuoriose, divertenti o interessanti e discutendo su temi di comunicazione pubblicitaria.
Post con tag "donne"
Gemma for Ucraina

Gemma for Ucraina

La fondazione onlus Vita Nova si occupa di fornire aiuto materiale, economico, psicologico e culturale alle donne costrette ad abortire a causa delle condizioni di indigenza nelle quali si trovano. La fondazione ha dato di recente vita al progetto “Gemma for Ucraina”, mirato a fornire supporto alle donne ucraine. Nel paese, infatti, le statistiche rivelano che la percentuale...
Pari o Dispare invita le donne a rompere le code

Pari o Dispare invita le donne a rompere le code

In base all’ultimo rilievo ISTAT ogni 100 cittadini italiani, 52 sono donne. Solo il 47% delle donne ha un’occupazione contro il 67% dei colleghi uomini. Le donne continuano a essere pagate meno rispetto agli uomini e, come recentemente ricordato dalle pagine di un prestigioso quotidiano italiano, nell’arco di una vita per creare il reddito di...
Fight violence against women

Fight violence against women

In Francia, l’appena trascorso International Day for the Elimination of Violence against Women, è stato comunicato così: Un’immagine tanto semplice quanto ricca di significato che, speriamo, sia arrivata a colpire chi non riesce a chiedere aiuto. Autore della campagna è la BETC Paris, partner da lungo tempo della NPNS-organisation (Ni Putes Ni Soumises), che ha...
Le scelte comunicative di Italcom

Le scelte comunicative di Italcom

A febbraio Italiacom, la nuova società di telecomunicazioni siciliana, si presentava così: ed è stata etichettata come “offensivo e razzista“. Oggi la strategia di comunicazione è quest’altra:   ed è stata etichettata come “sessista“. Se una volta si può “sbagliare”, la seconda è una chiara dichiarazione di intenti. Non trovate?
Zalando va in banca

Zalando va in banca

Da ieri è on air il nuovo spot Zalando. Ambientato all’interno della stessa banca utilizzata da Francis Ford Coppola per uno dei suoi film, lo spot rievoca tutta una serie di immagini già viste in diversi spot (ad esempio, mi torna subito alla mente quello di Ottica Avanzi) e di luoghi comuni che fanno della donna...

Donne e pubblicità: tv, internet e DM sono i canali preferiti dalle italiane

Secondo lo studio Nielsen “Women of Tomorrow” realizzato sulle donne in 21 Paesi, le donne preferiscono ricevere informazioni su nuovi prodotti dalla televisione, con l’eccezione delle tedesche e delle spagnole che invece preferiscono il passaparola di conoscenti e amici. Le italiane oltre ad ascoltare attentamente la pubblicità televisiva (25%), effettuano anche ricerche su internet (19%)...

Copia e ricopia si va peggiornado

Se si vuole copiare, almeno bisognerebbe farlo con criterio! Nel 1997 l’agenzia inglese Mellors Reay & Partners realizzò questa campagna stampa per Swear: Il messaggio è chiaro: non posso indossare solo un tipo di scarpe, mi servono più piedi per provarne più di un paio. Nel 2005 l’agenzia francese devarrieuxvillaret ha realizzato questa campagna per...
Ruby si spoglia per Alfonso Luigi Marra

Ruby si spoglia per Alfonso Luigi Marra

  Cosa si poteva far di peggio dopo lo spot con la Arcuri per promuovere il libro di Alfonso Luigi Marra?   Bah, forse utilizzare Ruby come testimonial.   Eccovi accontentati!  

La parità dei sessi nello spot di Ariete

La storia pubblicitaria ci ha abituato a vedere solo donne impegnate nei lavori di casa. In particolare l’arte dello stiro è da sempre stata una prerogativa femminile come dimostrano, ad esempio, lo spot Philips del 1982: o quello Rowenta del 2000:

Sos Donna

  Quella che vedete in alto è l’affissione creata da Saatchi & Saatchi per SOS Donna, il servizio di accoglienza e consulenza telefonica contro abusi e violenza, organizzato dal Comune di Roma.   L’obiettivo  della campagna è quello di informare le donne che hanno subito violenza  che  non  sono sole, perché con Sos Donna trovano sempre...

It rarely stops

  Toccante, molto toccante questo filmato dedicato alle violenze sulle donne.   La creatività è opera della Y&R di Chicago e, per quanto occupi pochi frame del filmato, è la sua fine che rende il tutto particolarmente impressionante.   “It rarely stops” (difficilmente finisce) è il messaggio diretto a tutte le donne colpite da questa forma...

Un filmato per riflettere

Non vi anticipiamo nulla ma il filmato che segue è tutto da guardare. Come avrete capito si tratta del POWA (people opposing women abuse) e, se l’idea è originale e non si tratta di una ripresa costruita per l’occasione, direi che lascia davvero riflettere. via